Gallina che non becca ha giÓ beccato

3 mar. 2016

A oltre tre mesi dal mancato rinnovo della carica di direttore dell'ufficio per la ricostruzione del cratere (USRC) va in scena la replica di una commedia di dubbio gusto.

Il Sindaco di San Demetrio denuncia con veemenza la gravità delle conseguenze derivanti dal becero ritardo e dall'altro lato quella strana coppia, rappresentante i sindaci del cratere e quindi di riflesso gli interessi dei cittadini terremotati, sostiene si tratti semplicemente di attendere con pazienza i tempi fisiologici di un banale iter burocratico.

Talmente pratico di ritardi e dei metodi per generarli che uno dei due, nell'attesa, ha pensato bene di partire per la settimana bianca.

Dicono di aver consegnato una lettera al presidente del consiglio in occasione della sua "unica" visita in loco ma si guardano bene dal renderne pubblici i contenuti palesando cosa realmente la missiva contenga.

Non ci risulta abbiano battuto ciglio in occasione della visita dell'on. Chiavaroli quando la stessa si è arrogata la paternità di un costante e proficuo interessamento per l'Aquila ed il cratere, così come non risultano reazioni quando l'on. Pezzopane, nelle sue frequenti apparizioni in tv con il fidanzato, sostiene che Lei è la più brava del reame né ci risulta un intervento sulla questione da parte dell'on. Lolli che in Regione detiene la delega alla ricostruzione ed a lui qualcuno deve la propria rielezione a sindaco.

Di fronte a tanta ostentata baldanza degli onorevoli nostrani, sempre pronti ad attribuirsi paternità di fatti di cui si stenta a capirne razio e utilità, i nostri rappresentanti locali, come utili e servizievoli gregari, si guardano bene dal rilevare che alla nomina o al rinnovo della carica ricoperta da Paolo Esposito occorreva pensarci prima della scadenza sollecitando chi di dovere e alzando eventualmente la voce se l'interlocutore appariva sordo all'ovvietà.

La timidezza, l'ambiguità e il mal celato servilismo con cui i rappresentati locali affrontano questi temi lascia supporre che forse sono sazi e satolli al punto tale da rendere efficace il detto "chi non becca ha già beccato"

 

Walter Salvatore